FAQ

Domande più frequenti (Frequently Asked Questions) riguardanti

a. l’orientamento allo studio delle Scienze religiose
b. l’iscrizione ai corsi
c. il riconoscimento civile dei gradi accademici ecclesiastici

 

A. ORIENTAMENTO ALLO STUDIO DELLE SCIENZE RELIGIOSE (ISSR)

Quale percorso universitario posso seguire per avere una formazione teologica?
L’offerta formativa della Facoltà Teologica del Triveneto è strutturata in due percorsi universitari: Teologia e Scienze religiose.
Il percorso di Scienze religiose offre la conoscenza degli elementi principali della teologia e dei suoi presupposti filosofici e complementari delle scienze umane. Il percorso è disponibile negli Istituti superiori di Scienze religiose collegati alla Facoltà ed è articolato in un triennio (laurea in Scienze religiose) e in un biennio (laurea magistrale in Scienze religiose).
Il percorso di Teologia offre una conoscenza completa e organica della teologia cristiana in dialogo con la filosofia e le scienze umane. A Padova, nella sede della Facoltà, è disponibile il percorso completo articolato nei tre gradi accademici di baccalaureato (primo ciclo quinquennale), licenza (secondo ciclo biennale) e dottorato (terzo ciclo) (clicca qui).
Altri percorsi di livello non accademico vengono offerti dalle Scuole diocesane di formazione teologica.

Quali sono gli sbocchi professionali?
La maggior parte degli studenti si orienta verso la professione di insegnante di religione cattolica nelle scuole pubbliche e private di ogni ordine e grado. Alcuni studenti, dopo aver completato gli studi, si sono dedicati a progetti umanitari, missionari e di volontariato, al servizio delle chiese locali. Una parte degli studenti e delle studentesse è orientata all’apostolato della vita consacrata.
Giovani e adulti si iscrivono a singoli corsi, come uditori, per coltivare un interesse personale verso tematiche fondamentali e di attualità che spaziano dalla Bibbia all’etica, dal pluralismo religioso al dialogo fra teologia e scienze, dalle questioni sociali all’arte.

Quale percorso posso seguire per insegnare religione cattolica nella scuola pubblica e privata di ogni ordine e grado?
In base all’Intesa MIUR-CEI del 28 giugno 2012, nelle scuole secondarie di primo e di secondo grado l’insegnamento della religione cattolica può essere affidato a chi abbia almeno uno dei seguenti titoli: baccalaureato, licenza o dottorato in Teologia; laurea magistrale in Scienze religiose. Coloro che scelgono il percorso teologico sono tenuti a frequentare e sostenere alcuni esami per la qualificazione professionale dell’insegnante di religione cattolica: Pedagogia generale, Teoria della scuola e legislazione scolastica, Didattica irc e Tirocinio didattico.
Esistono dei limiti di età o di livello scolastico che precludono l’accesso allo studio delle Scienze religiose?
Non sono previsti limiti di età per l’iscrizione. Lo studente ordinario deve essere in possesso di un titolo di studio valido secondo le leggi civili per l’ammissione agli studi universitari. Chi non è in possesso di tale titolo viene iscritto come studente straordinario.

Sono un lavoratore/trice. La frequenza alle lezioni è obbligatoria?
Lo studio della teologia richiede la partecipazione attiva e regolare alle lezioni. Coloro che non possono frequentare tutte le lezioni sono tenuti a essere presenti ad almeno i due terzi delle ore complessive del corso per avere diritto a sostenere l’esame.

È necessaria la conoscenza delle lingue antiche (greco, latino, ebraico)?
La conoscenza delle lingue antiche non è richiesta per il percorso di Scienze religiose.

I corsi sono disponibili online?
Al momento non è prevista la possibilità di formazione teologica online tranne quella ‘a distanza’ (FAD) attiva nel polo didattico di Belluno dell’Istituto superiore di Scienze religiose “Giovanni Paolo I” che ha sede a Treviso.

Posso usufruire dei servizi della biblioteca della Facoltà anche se non sono iscritto/a all’Istituto superiore di Scienze religiose?
Sì, per la modalità di iscrizione ci si deve rivolgere alla Biblioteca scrivendo a biblioteca@fttr.it oppure consultando il sito www.bibliotecafttr.it

È possibile detrarre dalle tasse le spese per le iscrizioni ai corsi?
Sì, essendo la Facoltà riconosciuta dallo Stato italiano, le tasse sono detraibili al 19% nella misura massima stabilita ogni anno dal MIUR (area disciplinare “umanistico-sociale”), sulla base della media degli importi delle tasse e contributi dovuti per l’iscrizione e la frequenza delle Università statali. Per informazioni riguardo alle tasse consultare questa pagina.

 

B. ISCRIZIONE AI CORSI

Quali sono le condizioni per l’iscrizione?
Le condizioni per l’immatricolazione e per l’iscrizione sono descritte nel Regolamento dell’ISSR (artt. 40ss: scarica il Regolamento). Si precisa che possono iscriversi coloro che sono in possesso di un titolo di studio valido secondo le leggi civili dei diversi Paesi per l’ammissione agli studi universitari.

Gli studenti stranieri sono tenuti a presentare documentazione ulteriore?
Sì, devono presentare la traduzione del titolo di studio richiesto per l’ammissione all’Università civile del Paese di provenienza e un’autocertificazione nella quale si dichiara che tale titolo consente l’accesso all’Università nella propria nazione e di non essere iscritti in altre realtà accademiche. All’art. 40 h del Regolamento vengono elencati altri documenti da presentare alla Segreteria al momento dell’iscrizione.

Ho una laurea civile. Mi vengono riconosciuti dei crediti formativi (CFU/ECTS) se intraprendo il percorso di Scienze religiose?
È possibile chiedere l’omologazione di corsi ed esami sostenuti presso le Università civili a condizione che corrispondano per numero di crediti, programmi e idoneità dei docenti. La richiesta di omologazione dei corsi deve essere presentata al Direttore al momento dell’iscrizione, accompagnata da un certificato degli studi compiuti.

Possono essere riconosciuti gli esami sostenuti presso una Scuola diocesana di formazione teologica?
No, in quanto la Scuola di formazione teologica non è di livello accademico.

Ho il diploma di magistero in Scienze religiose (vecchio ordinamento, 4 anni): che cosa mi viene chiesto per conseguire il diploma di baccalaureato oppure quello di laurea magistrale in Scienze religiose?
Per conseguire il baccalaureato in Teologia viene chiesto di frequentare i corsi e sostenere i rispettivi esami per conseguire il nuovo titolo accademico, dopo avere ottenuto l’omologazione dei corsi presenti nel piano studi per il magistero. In modo simile per il conseguimento della laurea magistrale in Scienze religiose: si viene iscritti direttamente al corso di laurea magistrale con l’accredito di circa 30 ECTS. In ambedue i casi si dovrà concordare il piano studi con il Direttore del ciclo a cui ci si intende iscrivere.

Con i titoli di laurea e di laurea magistrale in Scienze religiose, a quale anno del primo ciclo di Teologia posso essere iscritto?
L’anno a cui si viene iscritti viene stabilito sulla base delle omologazioni ottenute e del numero di crediti (ECTS) riconosciuti che potrebbero essere pari a tre anni (180). I corsi del biennio in Scienze religiose difficilmente vengono omologati perché non presenti nel piano studi del baccalaureato.

Sono in possesso della laurea magistrale in Scienze religiose (nuovo ordinamento, 3+2). Posso iscrivermi al biennio di specializzazione in Teologia (pastorale/spirituale)?
No, in quanto occorre prima conseguire il titolo di baccalaureato in Teologia. Se però non si desidera conseguire il titolo di licenza, è possibile frequentare i corsi come studente uditore.
Per informazioni sul percorso di licenza clicca qui.

 

C. RICONOSCIMENTO CIVILE DEI TITOLI

La Facoltà Teologica del Triveneto è riconosciuta dallo Stato italiano?
La Facoltà Teologica del Triveneto è stata eretta con decreto del 20 giugno 2005 dalla Congregazione per l’Educazione Cattolica (Santa Sede). Ha ottenuto il riconoscimento civile con decreto del 10 marzo 2006 del Ministro dell’Interno e successivamente è stata iscritta al registro prefettizio delle persone giuridiche della Prefettura di Padova al n. 36 P.

I titoli accademici in Scienze religiose sono riconosciuti dalla Repubblica italiana?
Sì, è possibile ottenere il riconoscimento civile dei gradi accademici come laurea e laurea magistrale dell’ordinamento didattico universitario sulla base del DPR del 27 maggio 2019 di approvazione dello scambio di Note verbali sul riconoscimento dei titoli accademici pontifici nelle discipline ecclesiastiche tra l’Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede e la Segreteria di Stato (13 febbraio 2019). Per ulteriori informazioni sulla procedura di vidimazione clicca qui.

A chi ci si deve rivolgere per richiedere la documentazione per l’avvio della procedura di riconoscimento civile dei titoli?
Alla Segreteria della Facoltà o dell’Istituto presso il quale è stato conseguito il titolo di cui si intende ottenere il riconoscimento civile.

Quale documentazione viene richiesta per il riconoscimento civile?
Il certificato di iscrizione e di studi compiuti, il diploma supplement e la pergamena del titolo in originale.

Ai fini dell’accesso al Concorso docenti e al TFA sostegno, visto il decreto legislativo del 13 aprile 2017 (D.M. n. 616) un Istituto superiore di Scienze religiose può certificare i 24 ECTS negli ambiti: psicologia dell’educazione, antropologia culturale, pedagogia generale e sociale, metodologie e tecnologie didattiche?
No, in quanto non c’è piena coerenza dei programmi di un Istituto superiore di Scienze religiose con gli obiettivi formativi indicati nel D.M. 616, definiti nell’allegato A che fa parte integrante del Decreto.

Per ulteriori informazioni rivolgersi a: segreteria@issrdipadova.it