Cristianesimo e spiritualità orientali

La giornata di studio di martedì 9 aprile 2019 sul tema “Cristianesimo e spiritualità orientali” ha preso spunto dall’esortazione Gaudete et exsultate, in cui papa Francesco ricorda che «la santità è fatta di apertura abituale alla trascendenza, che si esprime nella preghiera e nell’adorazione. Il santo è una persona dallo spirito orante, che ha bisogno di comunicare con Dio» (n. 147).

Per presentare la “modalità orante” della santità, con una riflessione sul tema della spiritualità monastica in dialogo con le spiritualità orientali e ricordando anche l’illustre esempio del monaco trappista Thomas Merton, di cui ricorrono i cinquant’anni dalla morte (Bangkok, 10 dicembre 1968), sono intervenuti Matteo Nicolini-Zani (monaco di Bose e coordinatore della sezione italiana del Dialogo Interreligioso Monastico) e Gianni Criveller (docente di Teologia dogmatica e missionario del PIME in Cina).

In un’Aula Tesi gremita, il prof. Enrico Riparelli ha moderato i lavori della giornata, conclusasi con un vivace dibattito tra relatori e pubblico.

Sono disponibili le foto della giornata, le registrazioni audio di tutti gli interventi e del dibattito (clicca qui) e le tracce degli interventi dei due relatori (Nicolini-Zani e Criveller).

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail